Barefoot Running; La semplicità il punto di forza!

Barefoot-Running

Un termine moderno che racchiude l’essenza dell’uomo, il Barefoot Running rappresenta oggi una sorta di fuga dalla civiltà moderna.

E’ assodato che l’uomo sin dall’antichità ha avuto da sempre la necessità di correre: si correva per difendersi dagli animali feroci, si correva per cacciare e si correva per spostarsi nelle lunghe distanze.

Nei tempi moderni queste necessità sono cambiate, abbiamo la macchina, il cibo al supermercato e gli animali feroci sono estinti o rinchiusi negli Zoo.

Ma allora perchè continuiamo a correre?

Forse perché la corsa rappresenta “un allontanarsi da qualcosa”, dai problemi o dallo stress sul lavoro o magari dal vicino impiccione!

Non è un caso che la corsa si è diffusa maggiormente nei periodi delle grandi depressioni. Se prendiamo come esempio l’america; la corsa ha avuto il maggiore sviluppo nei periodi critici: è successo del 1929 con la grande depressione economica e sociale, è successo a fine anni 70’ dopo la guerra in Vietnam e nel 2011 dopo l’attacco alle torri gemelle.

Correre è qualcosa di innato e di nobile, per i veri Guru e credenti del Barefoot Running

Se chiedi a qualsiasi Barefooters esperto, quali sono le scarpe migliori per correre, nella maggior parte dei casi riceverai dapprima una piccola smorfia e un accenno di sorriso, e magari la risposta sarà “Le peggiori”.

I migliori Ultra maratoneti sono stati i Tarahumara | http://it.wikipedia.org/wiki/Tarahumara

Un popolo che vive ancora oggi nei Canyon degli altopiani messicani. Gente capace di correre per giorni e di coprire distanze di 300 Chilometri ad altitudini che si aggirano sui 2000 metri, su dislivelli impressionanti con dei semplici sandali sottilissimi in cuoio chiamati “huaraches”. Un popolo gentile e cordiale che vive in armonia ed equilibrio con il necessario per la sopravvivenza.

huaraches-sandali

Questa è la vera essenza del Barefoot Running

Ed allora mi chiedo cosa centrano i cronometri e le scarpe ammortizzate in tutto questo? Quando ci sono delle testimonianze che confermano che il miglior modo di correre è quello più semplice!

Inoltre le statistiche affermano che il numero degli infortuni è aumentato negli ultimi anni, sarà un caso ma sembrerebbe dovuto alle scarpe di nuova concezione. Bah!!

Negli anni 80 le Nike erano delle semplici scarpe piatte!

Chiunque può avvicinarsi al Barefoot Running, non importa se decidi di correre a piedi nudi o con scarpe minimaliste, se correre per 1 Km o i 42 Km! Quando inizi ascolta i tuoi piedi e cerca di capire i tuoi limiti, il passaggio iniziale è lo Step fondamentale per evitare infortuni dovuti all’adattamento | la cosa migliore è iniziare a camminare il più possibile scalzi per un periodo di tempo, appena pronti provare il Barefoot Running in maniera molto graduale!

 

2 pensieri su “Barefoot Running; La semplicità il punto di forza!

  1. piero dice:

    Sono un fervido sostenitore della corsa a piedi nudi, uso le fivefinger dal 2010 ben prima che andassero e passassero di moda.
    Ma le motivazioni che porta l articolo sono noiose e fuorvianti. Non è con questi termini che puoi portare avanti un idea. Sono aumentati gli infortuni? Eccerto è aumentata anche la gente che fa sport a livello amatoriale. Che fa fitness. E non è affatto vero che chiunque può avvicinarsi. Proprio no.
    Studiamo la meccanica del piede e vedremo che ci sono una marea di motivi per cui non tutti potrebbero.
    La realtà è che le due dinamiche di corsa hanno pro e contro e gli ultimi studi lo dimostrano, non ci sono sostanziali differenze né di prestazione né di frequenza e gravità di infortunio. Anche se tifo barefooting!

    • Pietro De Gennaro
      Pietro De Gennaro dice:

      Sono contento che tu sia un sostenitore del Barefoot!
      Per quanto riguarda gli infortuni sono aumentati in percentuale, questo è un dato di fatto..cerchiamo le statistiche e ci possiamo confrontare quando vuoi…Poi perchè non tutti si possono avvicinare? Mica devono fare tutti i 40 Km di corsa, con un approccio soft e con i propri limiti ovviamente, chiunque può sperimentare!
      In sintesi il mio articolo si proponeva come una sorta di sunto per far capire la vera essenza del Barefoot…Poi di meccanica come puoi leggere non ne ho assolutamente parlato…tutti i Blog parlano subito di meccanica della corsa..guarda i vari Blog sulla Home si parla subito di meccanica, c’è subito l’immagine dell’omino in movimento che corre Barefoot o viceversa, questi a mio avviso sono i Blog con contenuti scontati e noiosi sei d’accordo su questo?….Poi sono assolutamente d’accordo con te dei pro e i contro…anche su questo possiamo approfondire…
      Grazie per il commento
      Pietro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *